• 1
  • Orari SS. Messe

Orari SS Messe

PREGHIERA DELLE LODI MATTUTINE

Lun-Sab 7:55 (Rivaio)

ROSARIO

Tutti i giorni 18:30 (Rivaio) Sabato 17:30 (S. P. Chanel)

CONFESSIONI

Tutti I giorni 30 minuti prima delle Messe (Rivaio)
Lun-Sab 11:30 , 12:30 (Rivaio) Sab: 10:00 , 11:00 (S. P. Chanel)

 
Madonna delle Grazie
del Rivaio
 

Lun/Ven: 07:30 / 19:00
Sabato: 7:30 / 19:00 (Festiva)
Domenica 08:00 10:00 19:00

S. P. Chanel
"Chiesa Nuova"
 

Lun/Ven: 08:30
Sabato: 18:00 (Festiva)
Domenica 11:30

SS. Cristoforo e Giusto
Cozzano
 



Domenica: 09:00

S. Vincenzo Ferreri
S. Antonino
 



Domenica: 10:00

 

notizie

Lunedì 30 Novembre

Lunedì 30 Novembre

“Vivere è la cosa più rara al mondo.

                                         La maggior parte della gente esiste . Ecco tutto” (Oscar Wilde)

 

Vangelo del giorno Matteo 4,18,22

Preghiera

Vieni di notte, ma nel nostro cuore è sempre notte: e dunque vieni sempre Signore.

Vieni in silenzio, noi non sappiamo più cosa dirci: e dunque vieni sempre Signore.

Vieni in solitudine, ma ognuno di noi è sempre più solo: e dunque vieni sempre Signore.

Vieni, figlio della pace, noi ignoriamo cosa sia la pace: e dunque vieni sempre Signore.

Vieni a liberarci, noi siamo sempre più schiavi: e dunque vieni sempre Signore.

Vieni a consolarci, noi siamo sempre più tristi: e dunque vieni sempre Signore.

Vieni a cercarci, noi siamo sempre più perduti:e dunque vieni sempre Signore.

Vieni Tu che ci ami: nessuno è in comunione col fratellose prima non lo è con Te, Signore.

Noi siamo tutti lontani, smarriti, né sappiamo chi siamo, cosa vogliamo.

Vieni, Signore. Vieni sempre, Signore.

(Davide Maria Turoldo)

I Domenica di Avvento

I Domenica di Avvento – 29 Novembre

state attenti a voi stessi (Lc. 21,24)

La prima candela si chiama “Candela del Profeta “ ed è la candela della Speranza!

Preghiera

Vieni e rinasci in noi, sorgente della vita; vieni e rendici liberi, principe di pace.

Vieni e saremo giusti, seme della giustizia; vieni a risollevarci, figlio dell'Altissimo.

Vieni ad illuminarci, luce di questo mondo: vieni a rifare il mondo, Gesù, figlio di Dio!

(Didier Romoud)

Meditazione

Entriamo nel tempo dell’avvento, il tempo della memoria, dell’invocazione e dell’attesa della venuta del Signore. Nella nostra professione di fede noi confessiamo: “Si è incarnato, patì sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto, discese agli inferi, il terzo giorno risuscitò secondo le Scritture, verrà nella gloria per giudicare i vivi e i morti”.

La venuta del Signore fa parte integrante del mistero cristiano perché il giorno del Signore è stato annunciato da tutti i profeti e Gesù più volte ha parlato della sua venuta nella gloria quale Figlio dell’Uomo, per porre fine a questo mondo e inaugurare un cielo nuovo e una terra nuova. Tutta la creazione geme e soffre come nelle doglie del parto aspettando la sua trasfigurazione e la manifestazione dei figli di Dio (cf. Rm 8,19ss.): la venuta del Signore sarà l’esaudimento di questa supplica, di questa invocazione che a sua volta risponde alla promessa del Signore (“Io vengo presto!”: Ap 22,20) e che si unisce alla voce di quanti

nella storia hanno subito ingiustizia e violenza, misconoscimento e oppressione, e sono vissuti da poveri, afflitti, pacifici, inermi, affamati. Nella consapevolezza del compimento dei tempi ormai avvenuto in Cristo, la chiesa si fa voce di questa attesa e, nel tempo di Avvento, ripete con più forza e assiduità l’antica invocazione dei cristiani: Maranathà! Vieni Signore!

San Basilio ha potuto rispondere così alla domanda “Chi è il cristiano?”: “Il cristiano è colui che resta vigilante ogni giorno e ogni ora sapendo che il Signore viene”.

Ma dobbiamo chiederci: oggi, i cristiani attendono ancora e con convinzione la venuta del Signore? È una domanda che la chiesa deve porsi perché essa è definita da ciò che attende

e spera, e inoltre perché oggi in realtà c’è un complotto di silenzio su questo evento posto da Gesù davanti a noi come giudizio innanzitutto misericordioso, ma anche capace di rivelare la giustizia e la verità di ciascuno, come in- contro con il Signore nella gloria, come Regno finalmente compiuto nell’eternità. Spesso si ha l’impressione che i cristiani leggano il tempo mondana- mente, come un eternum continuum, come tempo omogeneo, privo di sorprese e di novità essenziali, un infinito cattivo, un eterno presente in cui possono accadere tante cose, ma non la venuta del Signore Gesù Cristo!

Per molti cristiani l’Avvento non è forse diventato una semplice preparazione al Natale, quasi che si attendesse ancora la venuta di Gesù nella carne del- la nostra umanità e nella povertà di Betlemme? Ingenua regressione devota che depaupera la speranza cristiana! In verità, il cristiano ha consapevolezza che se non c’è la venuta del Signore nella gloria allora egli è da compiangere più di tutti i miserabili della terra (cf. 1Cor 15,19, dove si parla della fede nella resurrezione), e se non c’è un futuro caratterizzato dal novum che il Signore può instaurare, allora la sequela di Gesù nell’oggi storico diviene insostenibile.

Un tempo sprovvisto di direzione e di orientamento, che senso può avere e quali speranze può dischiudere? (Enzo Bianchi)

corso formativo caritas 2015/2016

lettprescorsocartias1516

Anche per questo la CARITAS ha pensato ad un corso formativo (nato grazie alla fattiva collaborazione con l'Istituto di Scienza Religiose Beato Gregorio X di Arezzo) che potesse dare continuità a quello svolto lo scorso anno.
Il corso inizierà SABATO 24 OTTOBRE 2015, termine per l'iscrizione il 23/10/2015.

Speriamo che possa essere di ampio interesse

Per tutte le informazioni necessarie e delucidazioni potete fare riferimento a Teresa, responsabile del gruppo caritas della nostra parrocchia.


Avv. Teresa Pontoriero

  • tel/fax +39-0575-048405
  • mobile +39-335-815 8335
  • email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Potete cliccare nelle immagini sotto per prendere visione della lettera di presentazione e del depliant illustrativo del programma con le tematiche che affronteranno e i relatori che interverranno.

corsocaritas2015-16_1
corsocaritas2015-16_2
corsocaritas2015-16_3
corsocaritas2015-16_4

Festa del SS Nome di Maria - 12 settembre

SABATO 12 SETTEMBRE 2015

FESTA DEL SANTISSIMO NOME DI MARIA

SALUTO DELLA COMUNITA' AL PARROCO PADRE MARCELLO

 

ore 19 - S. Messa

con la presenza di Mons. Gioacchino Dallara Vicario Episcopale

 

(non c'è la messa delle 18 a S.P. Chanel)

 

Al termine tutti sono invitati al buffet che seguirà nel Salone Colin

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo